Ricorso per differenze retributive

Download PDF

Questo modello di ricorso è utilizzabile in tutti i rapporti di lavoro subordinato per avviare una causa di lavoro al fine di ottenere dal datore di lavoro inadempiente il pagamento delle retribuzioni dovute e non pagate, ovvero le cosiddette “differenze retributive” dovute al lavoratore. Una volta redatto il ricorso, e corredato dei documenti necessari elencati nel modello, l’avvocato designato dal lavoratore procede al suo deposito presso la competente Sezione Lavoro del Tribunale Civile.

Competente a ricevere ed esaminare il ricorso è il giudice nella cui circoscrizione è sorto il rapporto di lavoro ovvero si trova l’azienda o una sua dipendenza alla quale è addetto il lavoratore o presso la quale egli prestava la sua opera al momento della fine del rapporto. Tale competenza permane dopo il trasferimento dell’azienda o la cessazione di essa o della sua dipendenza, purché la domanda sia proposta entro sei mesi dal trasferimento o dalla cessazione. Nel caso di rapporti di agenzia, di rappresentanza commerciale ed altri rapporti di collaborazione che si concretino in una prestazione di opera continuativa e coordinata, prevalentemente personale, anche se non a carattere subordinato, è il giudice nella cui circoscrizione si trova il domicilio dell’agente, del rappresentante di commercio ovvero del titolare degli altri rapporti di collaborazione.

Successivamente il ricorso per differenze retributive, unitamente al decreto del giudice di fissazione di udienza, dovrà essere notificato alla controparte datoriale convenuta in giudizio. Da evidenziare che tra la data della notifica alla controparte e la data dell’udienza devono decorrere almeno 30 giorni.

 

Scarica e compila con i tuoi dati il FAC-SIMILE del ricorso per differenze retributive

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.